RespiriAmo

Sostieni questo progetto, fai una donazione alla LIFC.

Dal 2019 è partito il programma di Assistenza domiciliare dal titolo “Un terapista a casa tua” che viene finanziato interamente dalla LIF Lazio e realizzato grazie alla collaborazione professionale del fisioterapista dott. Emiliano Tiberi. Nel 2020 il progetto, nonostante la pandemia che è occorsa, non ha subito alcuna battuta di arresto. A partire dal 2021 il progetto è stato ulteriormente potenziato con nuove risorse ed ha assunto il nome RespiriAmo.

Il modello di assistenza domiciliare fisioterapica  già sperimentato in altre realtà Nazionali ed anche dallo stesso Centro Regionale è volto a:
– ridurre le lunghe ospedalizzazioni per i malati cronici, offrendo così una maggior disponibilità di posti letto per terapia precoce delle riacutizzazioni respiratorie e per ricoveri programmati;
– evitare ricoveri ed ospedalizzazioni prolungate che tendono ad isolare il paziente e ad emarginarlo;
– realizzare un adeguato trattamento sanitario a domicilio, controllandone le modalità di esecuzione, l’efficienza e l’efficacia;
– permettere inoltre in caso di ricovero, una dimissione precoce, assicurando a domicilio la continuazione di cure di pari efficacia;
– ridurre i rischi di infezioni crociate ospedaliere;
– ridurre i costi dell’assistenza ospedaliera;
– sostenere il paziente a domicilio perché possa avere, al pari dei suoi coetanei, tutte le esperienze di vita ricche di stimoli e di sollecitazioni formative;
– assicurare al paziente, anche trapiantato, una vita più libera anche se parzialmente protetta;
– favorire la coesione del nucleo familiare, promuovendo al suo interno, un clima di tranquillità indispensabile nei momenti di difficoltà e di particolare bisogno;
– favorire la permanenza del malato nel proprio ambiente favorendo la normale vita di relazione e permettendo il mantenimento dei propri ruoli e responsabilità;
– promuovere la cultura gestionale delle cure domiciliari anche nell’ambito pediatrico, facendo convergere attività e interessi delle organizzazioni di volontariato e della medicina del territorio sui piani assistenziali istituzionali.

TARGET DEL PROGETTO

Eseguire procedure diagnostiche e terapeutiche a domicilio rappresenta un sollievo per un nucleo familiare segnato da una lunga malattia, un tentativo di rendere al paziente un’esistenza il più “normale” possibile (non abbandonare forzatamente il lavoro, non rinunciare a tutti i rapporti di amicizia o alle piccole “abitudini” familiari).

I beneficiari del progetto sono:
– pazienti in condizioni di salute grave che necessitano di assistenza sanitaria costante;
– pazienti gravi e in condizione di disagio sociale;
– numero di affetti > 1 all’interno dello stesso nucleo familiare;
– pazienti con diagnosi di Fibrosi Cistica recente.

 

Il progetto si avvale di una stretta collaborazione tra i fisioterapisti del Centro FC,  l’assistente sociale del Centro FC e il fisioterapista domiciliare che eroga le prestazioni a domicilio.