Trapianti

Sostegno del progetto trapianti d'organo

La pressante richiesta di organi ha spinto i trapiantologi ad ottimizzare le limitate risorse attraverso la realizzazione di modelli organizzativi dedicati. Tra questi si consolida il ruolo del ricondizionamento di polmone Ex-Vivo ( progetto sul quale  abbiamo investito risorse umane ed economiche. La tecnica di ricondizionamento prevede che i polmoni prelevati da un potenziale donatore, inizialmente scartati perché deteriorati, possano essere “ricondizionati” e quindi utilizzati per il trapianto dopo opportuno trattamento. L’EVLP può essere considerato quindi un valido strumento per aumentare le chance di trapianto per un paziente in lista d’attesa ed è una metodica di uso clinico già attuata da alcuni Centri Trapianto.

L’associazione ha contribuito a questo progetto mediante l’acquisto di soluzioni da utilizzare per ricondizionare gli organi. In particolare:

  • Anno 2012 € 20.000 acquisto soluzioni per il Progetto ricondizionamento organi dalla Ditta  Ex vivo
  • Anno 2015 € 20.000 acquisto soluzioni per il Progetto ricondizionamento organi tramite la tecnica ex vivo di riperfusione polmonare mediante soluzione di Steen.

 

 

2009 Sostegno del progetto trapianti d’organo (€ 15.000)

Casa dei trapiantati

L’accoglienza necessaria per i pazienti in attesa di trapianto è fondamentale per poter gestire la criticità della situazione che la famiglia e il paziente nell’immediato pre e per i periodi successivi al trapianto hanno, legati soprattutto alla necessità di risiedere nelle vicinanze del Centro Trapianti. La LIFC Lazio dal 1999 al 2002 ha messo a disposizione un appartamento situato nella zona Colli Aniene nel quale si sono avvicendati  pazienti  provenienti da altre regioni e  che dovevano rimanere per lunghi periodi in prossimità del Centro Trapianti del Policlinico Umberto I. Oltre all’appartamento situato nella zona dei Colli Aniene, l’Associazione ha potuto disporre di un appartamento che l’associazione “Amico” ha messo a disposizione dei malati. L’appartamento  suddetto si trova in Via Milazzo, in una zona ad alta densità di servizi, nelle immediate vicinanze dell’Ospedale, che è facilmente raggiungibile anche a piedi. E’ dotato di 7 posti letto e sono garantite sia le pulizie giornaliere, sia il servizio biancheria. In questo appartamento si sono resi necessari alcuni lavori di adeguamento che hanno previsto il rifacimento di un bagno e di una cucina che l’Associazione ha provveduto a realizzare ( anno 2002 costi € 13.113,31- anno 2003 € 4.129,32), in modo da dotare  lo stesso di tutti i conforts indispensabili per i ragazzi che hanno subito il trapianto.

Il Centro di accoglienza così realizzato offre le risorse necessarie a fronteggiare i bisogni di ospitalità dei ragazzi trapiantati e di quelli previsti dallo sviluppo del programma trapianti.

La sua realizzazione ha così potuto dare una risposta adeguata alle difficoltà finanziarie, psicologiche e organizzative legate al trapianto, consentendo ai malati, alle famiglie e all’equipe terapeutica la sufficiente serenità per affrontare le problematiche terapeutiche e sociali proprie del trapianto.

Nel 2008 l’associazione “Amico” ha provveduto alla ristrutturazione degli appartamenti e  la LIFC Lazio ha provveduto alla fornitura di nuovi arredi per € 3.305,19.

Nel 2009 l’appartamento è stato dotato di un condizionatore per un miglior confort e nel nel 2011 l’associazione ha acquistato e installato dei televisori negli appartamenti che vengono messi di volta in volta  a disposizione dei pazienti provenienti da altre regioni.

Macchina cuore-polmone SIII Stockert-Dideco e Bio-console 560.

Grazie al contributo di 116.318,00 euro che Enel Cuore Onlus ha donato all’Associazione Laziale Fibrosi Cistica, sono state acquistate le attrezzature necessarie per eseguire trapianti di polmone nei pazienti affetti da fibrosi cistica con tecnica ECMO (extracorporeal Membrane Oxygenation), migliorando l’assistenza a questa particolare categoria di malati.
Le apparecchiature acquistate sono: macchina cuore-polmone SIII Stockert-Dideco e la Bio-console 560. Queste apparecchiature sono state donate al Centro Trapianti dell’Azienda Policlinico “Umberto I”.
La macchina cuore-polmone permette la circolazione extracorporea durante e dopo un intervento di trapianto. La possibilità di poter mantenere in assistenza di circolo i pazienti trapiantati di polmone nel primo periodo post-operatorio permette di migliorarne l’outcome.

Vedi il progetto completo